Come guadagnano alle tue spalle le Compagnie Energetiche?

By | April 18, 2017
18033363_1163480960444755_3187734237383884156_n

Vivi in una Villa?

Leggi qui:

Ecco come le compagnie energetiche guadagnano alle spalle di chi possiede una villa.

Se stai leggendo questa email, sicuramente hai una villa o comunque una casa per conto tuo con tutte le spese di manutenzione che ne conseguono. Per spese di manutenzione intendo anche le bollette della luce o del gas, dell’acqua, insomma le bollette che paghi sempre.

Bene, oggi voglio concentrarmi proprio su questo tipo di concetto, quindi sul rapporto tra i fornitori di energia elettrica ed il proprietario di una villa.

Viene da sé che avere una casa per conto tuo (villetta o villa poco importa), comporta sicuramente  costi più alti rispetto ad un appartamento.

Naturalmente non ci sono soltanto i costi dell’IMU o di tasse simili, ma ci sono proprio i costi di manutenzione che devi sostenere e tra questi i più importanti sono relativi alle bollette di luce e gas.

Soprattutto la luce è un elemento veramente importante per quanto riguarda la vita mensile o settimanale di una villa. Infatti noti che hai una serie di esigenze diverse, dal punto di vista elettrico, all’interno di casa tua.

Dalle luci,  interne o esterne,  agli elettrodomestici, a tutto quello che serve per far funzionare la villa.

Più andiamo avanti negli anni, più questo tipo di esigenza, l’esigenza di energia elettrica, sarà sempre più presente.

Infatti si può notare  che negli ultimi anni sono aumentati a dismisura gli strumenti che hanno necessità di energia elettrica per funzionare.

Guardiamo soltanto agli smartphone o agli iPad, i tablet, che fino a qualche anno fa non esistevano e oggi hanno bisogno di continua alimentazione.

Per non parlare di tanti strumenti che all’interno della villa hanno bisogno di elettricità, mi viene in mente per esempio la pompa del pozzo, se hai un pozzetto esterno sai che c’è una pompa che naturalmente funziona ad elettricità ed ha un consumo molto elevato.

Oppure ci sono alcune ville che hanno dei sistemi di pompaggio dell’acqua per quando piove molto, per i rustici o per le cantine, che hanno sempre bisogno di energia elettrica. Ci sono gli annaffiatoi esterni, insomma, tutta una serie di strumenti che hanno bisogno di energia elettrica per poter funzionare.

Quindi succede che, per un fornitore di energia elettrica, chi ha la villa è un cliente molto importante, dal quale andare a prendere ogni bimestre del denaro importante.

Infatti se sai come funziona il costo dell’energia elettrica,( se non lo sai ti consiglio di andare a vedere il video sul nostro canale Youtube che ti racconta come viene determinato il costo dell’energia elettrica oggi in Italia), hai visto che avere una villa ti porta a pagare il kW anche di più rispetto a chi vive in appartamento.

Infatti per un sistema totalmente perverso della determinazione del costo dell’energia elettrica, praticamente i costi vanno in base a che contatore hai e a qual’ è il tuo consumo annuale di energia elettrica. In base a quest viene determinato il costo dell’energia elettrica.

Quindi succede che, se sei in un appartamento il costo medio del kW lo paghi 23-24 centesimi, per fare una media.

Se è una villa, lo stesso kW, la stessa particella di energia mediamente la starai pagando tra i 29 e i 32 centesimi a kW. E questo è quello che accade in realtà, oggi, a chi ha una casa per conto suo.

Una cosa molto simile avviene anche per una fascia delle piccole e medie imprese, le piccole  hanno un costo dell’energia abbastanza basso, diciamo attorno ai 24-25 centesimi a kWh, parliamo di un mercato vincolato o semi-tutelato, come viene chiamato oggi.( In un altro articolo ti spiegherò per bene come funziona questo concetto).

Poi praticamente ti ritrovi delle medie aziende che invece pagano 39-40 centesimi al kWh . Quindi lo stesso tipo di particella elettrica viene pagato molto più salato da questo tipo di clientela. Poi invece trovi aziende medio-grandi che hanno un costo veramente basso.

Chi ha una villa si trova nella stessa situazione della piccola-media impresa, quindi con un costo veramente elevato. Ora non sappiamo le ragioni di questo, però sappiamo che purtroppo avviene.

Qual è la soluzione? Sicuramente non passare al mercato libero.

Federconsumatori ci racconta che il costo dell’energia elettrica per chi è passato al mercato libero- perché ha preso un’offerta e perché voleva risparmiare- è in realtà aumentato di almeno il 12%.

Quindi significa che se spendevo 100 euro prima ora ne sto spendendo 112.

Il mercato semi-tutelato è sottoposto agli aumenti del costo dell’energia elettrica, cambi dei costi che si verificano ogni trimestre e automaticamente portano il costo dell’energia elettrica sempre più in alto. Quindi che cosa fare?

È importante oggi per chi ha una villa diventare autonomo, quindi iniziare a creare energia per conto tuo. Oggi hai la possibilità di diventare indipendente energeticamente e l’indipendenza energetica si raggiunge partendo dal Kit Fotovoltaico Semplice, quindi costruendo la tua centrale personale che darà l’energia alla tua famiglia e che naturalmente ti permetterà di non essere più sottoposto a questi continui aumenti e a queste politiche sconsiderate.

Se vuoi smetterla di regalare i soldi in questo caso alle compagnie elettriche, la prima cosa che devi fare è partire da qui.

Quindi chiedi subito un Analisi Energetico Finanziaria Gratuita per capire come la tua villa può diventare energeticamente indipendente a costo zero!

Richiedi l’Analisi Energetico Finanziaria Clicca Qui

 

A presto

Daniele Iudicone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *