Come fare la scelta per la tua indipendenza energetica

By | May 4, 2017
0610_bermuda20dunes_300dpi_HERO_tcm23-410998

In questo articolo ti condenso l’esperienza mia e di tutti quanti i consulenti energetici certificati per farti scegliere nel modo migliore un impianto fotovoltaico.

Ci sono una serie di fattori da prendere in considerazione quando andiamo a fare un impianto fotovoltaico per la nostra villa.

Cerco di schematizzarli nel modo più semplice possibile.

Il primo è la tua spesa attuale energetica, quindi dobbiamo capire quanto spendi.

In base alla spesa di energia che tu hai ogni bimestre possiamo iniziare a capire se hai bisogno o no di un impianto fotovoltaico, perché la prima cosa su cui dobbiamo mettere il focus è proprio che, probabilmente, potresti non aver bisogno di un impianto fotovoltaico.

Questo perché l’impianto fotovoltaico di base non è per tutti, bisogna  avere determinate caratteristiche.

La prima è naturalmente una caratteristica di spesa elettrica che devi avere, la seconda sono delle caratteristiche di posizionamento del tetto, l’impianto fotovoltaico ha bisogno di un po’ di spazio per produrre energia elettrica e quindi dobbiamo capire subito che tipo di tetto hai e che disposizione stiamo trovando.

Fatto questo possiamo pensare di fare un impianto fotovoltaico se la spesa ha un certo tipo di rilevanza.

Ora ti dico subito che il 90% delle villette ha bisogno di un impianto fotovoltaico, perché abbiamo una spesa che mediamente ha bisogno di 100 euro a bimestre, quindi da 100 euro a bimestre in su possiamo dire che l’impianto fotovoltaico può arrivare in aiuto e dare subito un vantaggio dal punto di vista finanziario.

L’altra cosa importante di cui rendersi conto è la grandezza dell’impianto che vogliamo installare. Ci sono varie tipologie di grandezze che possiamo mettere sul tetto.

Capire di che tipo di grandezza hai bisogno è un esercizio abbastanza complesso che noi abbiamo risolto con l’analisi energetico-finanziaria.

Cosa facciamo infatti con l’analisi energetico-finanziaria? Mettiamo a confronto la tua spesa bimestrale, la andiamo a rilevare anche con gli aumenti futuri da qui ai prossimi anni, in questo caso 35 anni perché questa è la garanzia che diamo con Fotovoltaico Semplice e con i nostri moduli Quantico, contro i 10 anni di garanzia o al massimo 25 anni di garanzia della concorrenza.

In questo caso andiamo a vedere anche i rialzi per i prossimi anni, perciò andiamo a prendere in riferimento i rialzi energetici che ci sono stati negli ultimi anni in Italia, in questo caso negli ultimi 10 anni.

Facciamo poi un esercizio ottimista, in cui andiamo a capire quanto aumenta l’energia elettrica, ma non com’è aumentata in questi anni, facciamo un po’ di meno.

Poi andiamo a vedere come sono le tue abitudini di consumo, consumi molto di giorno? Di sera?

Delle volte mi è capitato di parlare con clienti che dicevano di avere molti consumi serali e invece si andava a leggere dalla bolletta che invece era ben distribuito tra giorno e sera. In alcuni casi potreste addirittura aver bisogno di una batteria, quindi di mettere un accumulo sul tuo impianto fotovoltaico, in altri no. Anche lì come facciamo a capirlo?

Tramite l’analisi energetico-finanziaria. Quindi valutiamo che abitudini di consumo hai, qual è la tua spesa, quanto spazio hai a disposizione sul tetto e lì andiamo a capire il tipo di impianto che ti serve.

In questo caso succede che per avere il tipo di impianto migliore, tanti nostri colleghi fanno un errore, vedono che hai 5kW di contatore e allora fanno un impianto di 5kW di potenza, cosa sbagliata perché non è assolutamente la cosa giusta da fare.

Così come non è giusto andare a paragonare i preventivi, non puoi scegliere un impianto fotovoltaico da 5kW perché ti han detto che ti serve un impianto da 5kW in base al contatore e andare a vedere i preventivi scegliendo quello più o meno alto o basso.

Non è assolutamente il modo di procedere, perché bisogna capire intanto che tipo di impianto ti serve, una volta capito che impianto ti serve, capire se ti serve una batteria- quindi accumulo per la fascia serale- e poi dobbiamo capire l’impianto, prendere un impianto ad alta produzione, in questo caso i moduli fotovoltaici Quantico, che sono sicuramente i migliori in circolazione perché durano 10 anni di più rispetto al nostro miglior competitor e soprattutto escono già con assicurazione sulla mancata produzione. Significa che per ogni tipo di problema hai un’assicurazione All-Risk che copre i cosiddetti danni indiretti.

Quindi se c’è un problema tecnico sull’impianto che non funziona come dovrebbe, i soldi della produzione ti vengono dati dalla nostra compagnia assicurativa.

Questo è un passaggio importante perché ti dà la possibilità di dormire sonni tranquilli, perché hai un impianto fotovoltaico sul tetto che produce, quindi non ha nessun tipo di problema.

A quel punto oltre ad avere un impianto ad alte performance pronto per durare per i prossimi 35 anni che ha anche un’assicurazione, andiamo a capire la grandezza, quanta energia elettrica ti ridarà indietro e quanta te ne serve.

Potremmo quindi ampliare e mettere più moduli sul tetto oppure mettere una tecnologia che noi chiamiamo il “Turbo” ad ogni modulo fotovoltaico, che ti permette di avere il 20% di energia in più.

Come vedi c’è un esercizio che deve fare un esperto.

In questo caso l’analisi energetico-finanziaria la facciamo totalmente gratuita, prima di chiedere l’analisi ti consiglio di passare di leggere questa pagina

http://www.kitfotovoltaicosemplice.it/richiedi-lanalisi-energetico-finanziaria/

A presto

Daniele Iudicone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *